EVENTI NEWS

Museo Archeologico: Ornamenta trasparenze tra storia e design

designer contemporanei

Presso il Museo Archeologico Nazionale di Adria, fino al 14 ottobre, è possibile visitare la mostra Ornamenta. Dopo Gioielli tra storia e design del 2017 arriva Trasparenze tra storia e design.  L’iniziativa è promossa da Venice Design Week e dal MiBAC – Polo Museale del Veneto. Essa gode della collaborazione con l’Associazione Studio D archeologia didattica museologia e del patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Adria. Numerose e interessanti le opere di designer contemporanei affiancate a elementi del passato. Protagonisti speciali dell’edizione 2019 anche gli studenti del Liceo Bocchi-Galilei di Adria. Una nuova occasione per visitare lo splendido Museo cittadino.

Dialogo tra passato e contemporaneo con i designer contemporanei

Il dialogo tra passato e contemporaneo porta ad affiancare gioielli di designer contemporanei selezionati da Venice Design Week agli splendidi vetri antichi custoditi nei depositi del Museo. Questi solitamente non sono visibili al pubblico e sono portati alla luce in questa occasione. Il  tema principale comune a tutti gli elementi è quello della trasparenza. Essa viene declinata secondo diverse suggestioni, rimandi, emozioni e particolari evocativi. Le relazioni tra i gioielli contemporanei e i pregiati e rari reperti del museo contribuiscono così  alla lettura degli oggetti stessi e partecipano alla loro valorizzazione.

designer contemporanei

Una vetrina della mostra Ornamenta

I reperti vitrei selezionati dagli studenti del Bocchi-Galilei

Gli studenti, guidati dalla direttrice del museo, dalle archeologhe dell’associazione culturale Studio D e dal tutor scolastico, hanno partecipato alla selezione dei reperti vitrei. Sono stati anche fautori delle didascalie degli oggetti in mostra. Tutto ciò grazie a un lavoro di ricerca specialistica sfociato nell’elaborazione di approfondimenti tematici. Tre reperti speciali, inoltre, sono protagonisti  di un vero e proprio racconto, uno storytelling. Questo percorso è fruibile  da ciascun visitatore della mostra.  Per mezzo di QR code si può accedere con un semplice smartphone alle descrizioni analitiche dei reperti e a curiosità a loro legate.

designer contemporanei

Inaugurazione della mostra Ornamenta, maggio 2019

Accostamenti evocativi dei designer contemporani

La grande cascata di colore dell’opera Fragilia di Francesca di Virgilio  ricorda i capelli scomposti di una grande Gorgone. A questo gioiello vengono associate bottiglie romane con plastiche anse a nervature, evocative dello scroscio di una cascata.  Vi è anche una bottiglia mercuriale utilizzata per conservare un pharmakon ovvero succo curativo o anche veleno.  E questo fa tornare alla mente il mito di Medusa i cui capelli divennero un groviglio di serpenti velenosi. La collana Charcoal  di Susanne Elstner è realizzata con carbone di larice e  frammenti d’ambra. Essa è accostanta a due preziosi contenitori da Kohl, un ombretto nero per gli occhi, opera forse di officina egiziana del IV sec. a.C., rinvenuti in una tomba che conteneva anche una splendida collana in ambra. Ornamenta Collana opera di Susanne Elster

Trasparenze che dialogano tra loro

La collana a spirale e la parure di gioielli di Andreia Popescu dialogano con i portaprofumi preromani e romani, espressione della beltà femminile.  Il pendente a bolle di  Špela Čuk ricorda, invece, le mille iridescenze dell’orlo di un’olla antica. Le trasparenze dei vetri antichi dialogano con l’anello dal sapore antico di Maria Luisa Palazzo, con le opere in vetro della designer  Elisabetta Carozzi e con i gioielli di Anna Fanigina. Questi ultimi si ispirano al grande poeta Ovidio.  Anna Fanigina, ha vinto il premio dedicato all’archeologia nel 2017. La designer lettone realizza gioielli emozionali dal sapore antico, appena nati ma già vissuti con una propria storia da raccontare.

designer contemporanei

Vetrina della mostra Ornamenta con trasparenze antiche e contemporanee

Il Concorso per opere creative Instrumenta design

Alla mostra Ornamenta è affiancato un concorso creativo rivolto soprattutto ai designer contemporanei, agli artisti e artigiani di Adria e del territorio. Essi dovranno ispirarsi ad uno dei reperti esposti nel Museo archeologico. @VeniceDesignWeek e la Direzione del Museo archeologico nazionale di Adria, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale puntano, quindi, ad una riflessione continua tra antico e moderno. L’obiettivo è di promuovere nuove idee per oggetti o per gioielli ispirati ai mille temi dell’antico. Dalle ceramiche attiche, ai corredi funebri, alle lucerne romane, al vasellame colorato, ai giochi da tavolo antichi, agli splendidi vetri: mille ispirazioni che aspettano di essere sviluppate. La scadenza del concorso è fissata per il 25 giugno 2019.  Tutte le informazioni anche per ispirazioni e idee su: https://venicedesignweek.com/mostra-instrumentadesign/…

Ornamenta Ii Per Mail

Per ulteriori  informazioni sulla mostraqui il sito del museo

Letizia Guerra

Autore: Letizia Guerra

Da molti anni sono impegnata attivamente nell’associazionismo cittadino perché innamorata della mia Città e della mia Terra. Amo mettermi alla prova in nuovi progetti e accettare nuove sfide, conversare, soffermarmi a guardare il mare, un tramonto o un cielo stellato. Ho suonato il pianoforte, ho praticato danza, ho dipinto e continuo a coltivare queste passioni artistiche, ma non contemporaneamente!

Museo Archeologico: Ornamenta trasparenze tra storia e design ultima modifica: 2019-05-24T08:40:19+02:00 da Letizia Guerra

Commenti

To Top