itAdria

COSA VEDERE INTERVISTE MEMORIA

La quercia di Dante, sette secoli, sette querce, sette custodi

Rovra

La quercia di Dante, sette secoli, sette querce, sette custodi. In questo 2021 si celebrano in tutta Italia con varie manifestazioni, eventi, recitazioni, i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri. Dante morì a Ravenna tra il 13 e il 14 settembre 1321 a soli cinquantasei anni per causa della malaria.  La storia narra che l’autore della Divina Commedia si ammalò di malaria durante un viaggio di ritorno a Ravenna da Venezia.

Dante

Al tempo, Dante era ospite a Ravenna quale rifugiato da un certo Guido Novello da Polenta un nobile poeta italiano, podestà della città  dal 1316 al 1322. Guido Novello è principalmente ricordato per essere stato il mecenate di Dante Alighieri. La politica del Guido Novello era improntata alla ricerca della pace e alla creazione di un cenacolo culturale di cui lui stesso faceva parte. Fu in queste circostanze che Dante, l’esule fiorentino, verso il 1318/1319, prese residenza nella città romagnola.

La quercia di Dante: Sette secoli

Nonostante la politica pacifica, Guido Novello governatore di Ravenna, ebbe gravi tensioni con Venezia, dovute al commercio del sale.  Le flotte veneziane furono più volte attaccate da quelle ravennati governate da Novello. La Serenissima, rispose alleandosi con Forlì per fare guerra alla città romagnola. Guarda caso, Forlì era una città retta da quegli Ordelaffi che furono tra i primi protettori del Sommo Poeta.  Fu forse per questo motivo che Guido Novello decise di inviare Dante a Venezia, visti i buoni rapporti tra lui e i signori forlivesi. Dante fu un buon paciere ed evitò una guerra che i ravennati non potevano sostenere. Purtroppo il viaggio fu fatale al poeta che, di ritorno dalla città lagunare, contrasse la malaria mentre passava dalle paludose Valli di Comacchio.

Dante Alighieri (1265 1321) Reading Divine Comedy In Guido Novello's Court, 1850, By Andrea Pierini (1798 1858), Oil On Canvas, Italy, 19th Century
Dante alla corte di Guido Novello (Andrea Pierini)

La quercia di Dante: Sette querce

Abbiamo già parlato della secolare quercia di San Basilio piccola frazione di Ariano Polesine, “la Rovra”. Qualcuno vuole che nella ”selva oscura, che la diritta via era smarrita”, Dante nel suo viaggio di ritorno da Venezia, si arrampicò su questa quercia per cercare di vedere il campanile dell’Abbazia di Pomposa. E’ bello crederci, immaginare o raccontarlo, ma i fatti e le date non collimano.

Rovra
La quercia di Dante

L’età della “Rovra” è stimata intorno ai 500 anni per cui si presuppone la sua nascita intorno al 1500, Dante morì nel 1321, duecento anni prima. E’ certo però che il Sommo poeta ha un legame col Delta del Po ed in modo particolare con San Basilio, essendosi fermato, “nell’hospitium” gestito dai monaci Benedettini di Pomposa in quel suo fatale viaggio.  E’ bello pensare anche a una selva oscura, intesa come un fitto bosco quale era la pianura Padana e l’antico Delta del Po, con le leccete costiere e le pinete di origini romane e che probabilmente Dante, avrà trovato nel suo viaggio da Ravenna a Venezia, ma al tempo la Divina Commedia, Dante, l’aveva già scritta.

Il “Bosco di Dante”

E’ bello pensare anche a una ricostruzione del paesaggio ricamato da storia e poesia, arricchire la biodiversità e pensare alle generazione future”. Queste sono le parole di Sandro Vidali, assessore all’ambiente del Comune di Ariano Polesine che insieme a tutta l’amministrazione comunale di Ariano Polesine, sta portando avanti un progetto molto interessante.    “ Lo scorso anno la nostra Amministrazione Comunale ha presentato  un progetto per un finanziamento  poi approvato, da Poste Italiane nella sede del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo. Il progetto prevedeva la creazione di un bosco, “Il Bosco di Dante”, piantumando settecento querce in un area poco distante dalla vecchia “Rovra”, a parer nostro, un bel modo per ricordare il Sommo Poeta e nel contempo dare un contributo al miglioramento del paesaggio e della natura del Delta del Po e al tempo stesso alle condizioni ambientali del pianeta.

La quercia di DanteImg 0011
Paesaggio deltizio nei pressi di San Basilio

La pandemia ancora in corso, però ha di fatto bloccato qualsiasi tipo di programmazione e di sostegno da parte di Poste Italiane. “Ma noi non ci arrendiamo” prosegue Vidali “e nel nostro piccolo, ovviamente, abbiamo ridotto le querce, ne abbiamo piantate sette, come i secoli trascorsi  dalla morte di Dante, queste però sono tutte figlie della nostra Rovra. DNA garantito sono pianticelle nate spontanee dalle ghiande disseminate nei dintorni dell’antica quercia”.

La quercia di Dante Posa A Terra Delle Quercie
Posa di una delle sette quercie

Sette custodi

E’ stato un momento molto particolare quello di sabato 6 marzo 2021 giorno della messa a dimora delle sette giovani farnie.Molto particolare” dice con orgoglio l’assessore all’ambiente ora anche della quercia, “come amministrazione comunale abbiamo pensato di affidare ogni singola quercia a un custode, non fisico ma istituzionale, facendone adottare una a tutti quegli Enti che operano nel territorio del Comune di Ariano nel Polesine e che hanno interesse specifico all’area di San Basilio”. “Nulla di politico” dice nel suo discorso il Sindaco Luisa Beltrame “queste azioni servono a migliorare il nostro ambiente, il nostro territorio, il nostro Delta del Po, che non è solo nostro, ma di tutti”.

La quercia di Dante Gioiello
Un gioiello di Miranda Graggio “L’anima della quercia”

I sette custodi

I sette custodi: Comune di Ariano nel Polesine, Consorzio di Bonifica Delta del Po, Diocesi di Adria –Rovigo, Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po, Istituto comprensivo di Ariano e Corbola, Provincia di Rovigo, Veneto Agricoltura. “State all’erta” conclude Vidali “ in autunno si replica, piantumeremo altre sette sorelle. Pensiamo già ai futuri custodi come per esempio, Firenze la città natale di Dante e Ravenna dove riposa. Non vi dico altro, il resto è top segret”.

La quercia di Dante, sette secoli, sette querce, sette custodi ultima modifica: 2021-03-12T08:30:00+01:00 da Nicola Donà

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x