le poesie di Adelino: Adria - itAdria

itAdria

le poesie di Adelino: Adria

Foto Gallery

Adelino Mattarello

ADRIA

Quando i me dise:
“Dove sito nato?
Perchè te si andà via?
E desso cossa fato?”
Mi rispondo: “ So n’Adrioto nato tel quarantoto

e i ani de la me zoventù,
i pi bei, là a i go vissù”.
Adria la ze un amore,
che se te la vedi e te la conossi te se slarga el cuore.

Quanta storia in Cattedrale
e po zo fin alla Tomba
a scoltar un madrigale
o a sentir le orasion che rimbomba. La cesa de i do leoni,

el Museo co la roba etrusca,
in qualche anfora
i ga catà ancora la crusca,
el Teatro famoso per soprani e tenori, perché i Adrioti de lirica

i ze tanto intenditori.
I passi lungo el corso
a vardare i negossi
e al mercà del sabo mattina
a comprare el bolito, ma co i ossi. El Canal Bianco gonfio e largo

e i pescadori coi tramaci a slargo. Adria mia,
da ti go lassà el me cuore
e ogni volta che torno el ze un dolore. Perchè penso a quei che ze restà

e a quei che no ghe ze più. Alora me giro in volta,
me scapa na lagrema
e col naso tiro su.

di Mattarello Adelino – scritta in occasione della serata del coro della Soldanella di Adria a Chieri il 20 ottobre 2018

le poesie di Adelino: Adria ultima modifica: 2021-08-19T16:16:51+02:00 da Doati Marco

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x