GLI ADRIESI RACCONTANO ADRIA

itAdria

INTERVISTE NATURA

Erbe Spontanee nel Delta e nel Polesine: riconoscerle e gustarle

Erbe Officinali

Erbe Spontanee. L’estate porta con se il desiderio di freschezza, di colori e aromi vivaci, da ricercare nella natura più sorprendente. Il Polesine, in particolare è un territorio che si è formato nel corso dei secoli; ad opera dei due principali fiumi italiani, il Po e l’Adige. Attraverso le fuoriuscite dai loro alvei naturali e con gli spostamenti dei corsi, hanno depositato le particelle di disgregazione delle rocce; creando uno dei terreni più fertili d’Italia. Ed è per questo motivo che, col trascorrere dei secoli si è dapprima colonizzata poi stabilizzata una flora tra le più ricche e variegate. Dovuta appunto alla variabilità del terreno, alla vicinanza al mare, situazioni che hanno creato un habitat favorevole ad un numero notevole di piante.

Erbe Foto

In occasione della festa della fioritura della lavanda a Cà Vittorina di Adria, di Giugno; abbiamo conosciuto uno dei maggiori esperti del Delta e del Polesine in fatto di erbe spontane, Barbieri Fabrizio. Autore del libro: Andare per Erbe nel Polesine e nel Delta del Po riconoscerle, raccoglierle e gustarle. Immersi nel contesto colorato e profumato di lavanda; Barbieri ha tenuto ai visitatori, presenti di Cà Vittorina una sapiente lezione sulle erbe del Parco del Delta del Po. E sulle innumerevoli proprietà, anche officinali delle stesse. La redazione itAdria.it gli ha chiesto un’ intervista sull’argomento, rivelatasi veramente interessante; in questo articolo ve la esponiamo .

Fabrizio Barbieri In Lzione
Adria-Cà Vittorina 2020 – Fabrizio Barbieri durante lezione sulle erbe del Delta del Po

Erbe Spontanee nel Delta e nel Polesine: riconoscerle e gustarle. Chi è Fabrizio Barbieri:

Barbieri è Savonese di nascita ed è docente di botanica e riconoscimento piante in vari corsi organizzati da I.A.L., ENAIP e Corbola Servizi; Università popolare Adria e Università della terza età Rovigo. Coordinatore del progetto Piante officinali nella struttura di Corte Guazzo di Adria. Anziché Collaboratore tecnico del progetto Elicriso per il settore orticolo; e piante aromatiche e officinali in attuazione presso l’USSL 5 Polesana a Corte Ramello Ariano nel Polesine.

Fabrizio Barbieri
Fabrizio Barbieri Autore del Libro andare per Erbe nel Polesine e nel Delta delPo

Fabrizio Barbieri alcune domande per lei. Nel territorio del Polesine ed in particolare del Delta del Po le erbe spontanee hanno rappresentato storicamente una forma di sostentamento alimentare ? : ” Certo, uno dei principali ostacoli da combattere era la povertà nella quale si trovava la maggior parte della popolazione; specialmente quella della aree agricole. Superata in parte ricorrendo alla natura, a quello che la natura offriva, cioè piante, foglie, radici e frutti che, spontaneamente era facile reperire. Ecco che allora, le donne che ritornavano dal lavoro dei campi, facevano la spesa; cioè raccoglievano quello che era nelle loro conoscenze sulle erbe. E in quel periodo stagionale; aggiunto a pane, polenta uova ed un po’ di pancetta o lardo, serviva a preparare la cena per tutta la famiglia“.

Tisane Alle Erbe
Tisane alle erbe spontanee

Barbieri, ma quante specie di erbe spontanee contiamo nel nostro territorio; e possiamo utilizzarle tranquillamente in cucina?: ” Nel nostro territorio sono presenti ben 91 specie, erbacee, arbustive od arboree, che possono essere tranquillamente raccolte ed utilizzate in cucina. Anche se per qualcuna di esse è necessaria qualche precauzione per il periodo della raccolta e per la quantità consumata.

Erbe
Erbe in cucina

La possibilità dalla raccolta delle spontanee utilizzabili in cucina è dovuta al fatto che ; purtroppo per l’occupazione o per fortuna per l’ambiente. Il nostro territorio è poco industrializzato e poco popolato, per cui l’inquinamento ambientale è abbastanza ridotto. Quindi i prodotti naturali raccolti sono poco inquinati; basta una raccolta oculata ed una altrettanto buona pulizia ed un lavaggio in acqua corrente per essere tranquilli e consumare un prodotto genuino.

Una ricetta con fiori o erbe del Delta del Po; consigliata da Fabrizio Barbieri

Ci consiglia una semplice ricetta magari dolce, Barbieri?: “Certamente, prendiamo ad esempio il papavero; che comunemente troviamo nel territorio nei campi prima delle lavorazioni: nelle capezzagne, negli argini di canali e fossi, negli incolti. Con i petali si può fare un’ottima marmellata!”

Papavero
Papavero

Questa è la ricetta della confettura di Papavero di Barbieri: ” Lasciate a macerare per 24 ore in frigorifero 50 grammi di petali di papavero freschi; nel succo di 8 limoni. Fate poi sciogliere e bollire 3 kg di zucchero in 3 bicchieri d’acqua; lasciandolo schiumare finché il composto risulti limpido e raggiunga la consistenza di uno sciroppo. Unite allo sciroppo i papaveri macerati con il succo di limone: il tutto deve bollire per pochi minuti. La confettura è pronta: aromatica, buona e curativa. Infatti combatte il raffreddore, calma la tosse e le infiammazioni bronchiali“.

Informazioni sulle opere e sull’attività recenti di Fabrizio Barbieri:

Il libro Andare per Erbe nel Polesine e nel Delta del Po è reperibile presso; l‘azienda agricola Cà Vittorina di Imelda Zecchin presso Adria in Via Polesani nel Mondo 2310

Presso l’Idrovora di Cà Vendramin sarà effettuata la presentazione del suo libro sulle erbe spontanee il giorno 11 Luglio 2020 in occasione dell’assemblea CE.RI.DO. programma in fase di aggiornamento.

Per contatti ed ulteriori informazione sulle erbe spontanee del Delta del Po e-mail: [email protected]

Erbe Spontanee nel Delta e nel Polesine: riconoscerle e gustarle ultima modifica: 2020-06-26T08:30:00+02:00 da Doati Marco
To Top