CHIESE STORIE TRADIZIONI

Il presepe della Cattedrale: tradizione e arte di comunicare la gioia del Natale ai visitatori

20325

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

Per il quinto anno consecutivo il presepe della Cattedrale di Adria propone un percorso che porta il visitatore ad entrare fisicamente nella realtà in cui è nato Gesù. E’ stato realizzato nella Sala Capitolare da un gruppo di una decina di volontari con il coordinamento di alcuni soci dell’Azione Cattolica.

Il presepe come esperienza di incontro personale

Presepio della Cattedrale- il percorso insieme ai pastori per arrivare al giaciglio

Una volta entrati si percorre un tratto di strada buia dove si vedono i pastori con le loro greggi, colline e paesi, sotto un cielo stellato. Si entra quindi nell’alloggio di fortuna rimediato dalla famiglia di Nazareth: un tetto, gli animali, il fuoco, il fienile e un giaciglio dove è riposto Gesù.
Contemplare il presepe ci dona sempre una gioia profonda. Fare esperienza diretta di quel momento ci aiuta a capire cosa vuol dire Dio si è fatto uomo ed appare a tutti chiaro che Dio ha fatto sua la nostra condizione di fragilità. Al pensiero che non siamo più soli nasce in noi una somma gratitudine: non serve più cercalo in cielo (in un luogo lontano e indefinito), ma occorre trovarlo nell’uomo che ci sta accanto, maschio e femmina che sia. L’uomo è l’evento di Dio, la gloria di Dio, il luogo di Dio, il cielo di Dio.

Un percorso in cui si attraversano varie ambientazioni e ricostruzioni veramente coinvolgenti

Img 3416

Presepe della Cattedrale particolare dell’Interno del fienile

All’uscita del percorso una preghiera per tutti gli uomini che lo visitano

In questo percorso si colloca anche la preghiera posta nell’immaginetta appositamente preparata dal parroco mons. Antonio Donà e dal cappellano don Nicola Brancalion: «Signore Gesù tu sei la Parola che esiste da sempre e che nel tempo ha assunto la carne di uomo per rivelare concretamente a tutti gli uomini la bontà di Dio. Tu sei la Vita piene ed eterna, che non conosce limiti e smagliature e che viene offerta ad ognuno che si affida a te. Tu sei la Luce che risplende in mezzo all’oscurità della storia e traccia per noi un percorso di giustizia, di pace e di solidarietà».

Adria i presepi non solo una tradizione, ma anche una concezione dell’arte sacra popolare interpretata vissuta e trasmessa

Cattedrale di Adria il presepe allestito dalla pro loco adriese sulla piazza antistante la chiesa

Abbiamo già affrontato con un altro articolo questa autentica passione degli adriesi per la costruzione dei presepi con la scuola dei mini presepi che si apre ogni anno nel mese di ottobre antecedente le festività natalizie. Senza dimenticare la mostra dei presepi artistici  che si tiene nel mese di dicembre di ogni anno presso la Fondazione  Franceschetti  e di Cola riscuote in città un notevole successo. Questa passione comunicativa la abbiamo ritrovata anche in allestimenti personali come in Piazza Casellati (ex Buzzola) che attraverso la nostra redazione vi abbiamo raccontato. Presepe che pur nella sua semplicità attira sempre più estimatori.

Inoltre la Pro Loco cittadina organizza un vero e proprio tour, durante le festività natalizie tra i presepi cittadini. Per accompagnare e illustrare le tecniche e i realizzatori di queste autentiche opere della natività rappresentata in modo popolare ma coinvolgente.

Orari di Visita del Presepe in Cattedrale SS. Pietro e Paolo di Adria

Il presepe è visitabile negli orari di apertura della chiesa dalle 8:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 19:00 ed in particolare durante le feste.

Doati Marco

Autore: Doati Marco

Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità, molto ragionamento e poca osservazione conducono all’errore. (Alex Carrel)

Il presepe della Cattedrale: tradizione e arte di comunicare la gioia del Natale ai visitatori ultima modifica: 2019-01-02T10:30:34+00:00 da Doati Marco

Commenti

To Top