itAdria

ASSOCIAZIONI VALORI

Protezione Civile adriese gli angeli custodi della pandemia

Protezione Civile Mezzo

Durante la pandemia abbiamo conosciuto più da vicino i volontari appartenenti al Gruppo della Protezione Civile comunale. Spesso, infatti, abbiamo notato la loro presenza preziosa, discreta e rassicurante nelle situazioni più difficili. È giusto ricordare che queste persone si mettono a disposizione della Comunità. Esse dedicano a questo servizio la maggior parte del loro tempo libero. Tutto ciò sacrificando, spesso, la propria vita privata.

Protezione Civile Mercato

Il Gruppo di Protezione Civile cittadino nasce nel 1993

Il Gruppo adriese prende il via ufficialmente nel 1993 con una delibera del Consiglio Comunale. A questo segue l’istituzione del primo corso di formazione per i volontari. Scopo principale del Gruppo è l’impegno in ogni attività di aiuto alla popolazione durante emergenze di vario tipo. È attivo un nucleo specializzato in rischio idraulico e un nucleo sommozzatori. Da oltre dieci anni opera anche un Nucleo antiincendi boschivi. Non è un caso, quindi, che il logo del Gruppo di Protezione Civile Adriese rappresenti un’onda d’acqua e una lingua di fuoco. Esso sembra riprendere un antico concetto della filosofia cinese: yin e yang. Lo yin e lo yang sono, infatti, opposti come l’acqua lo è con il fuoco.

Protezione Civile Adria Logo

Gli iscritti al Gruppo di Protezione Civile partecipano a corsi di formazione, addestramento e aggiornamento. Questi sono tenuti da funzionari della Prefettura, della Regione Veneto, dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato e da medici del SUEM. Vista la conformazione del territorio, l’aspetto più rilevante è senz’altro l’impegno contro il rischio idraulico. Il Gruppo svolge, infatti, servizi di prevenzione in collaborazione con AIPO, come il servizio di sorveglianza degli argini e dei fontanazzi durante le piene del Po.

Nucleo Incendi Boschivi

I volontari in prima linea nell’emergenza sanitaria

Il Gruppo adriese di Protezione Civile è tuttora in prima linea nell’emergenza sanitaria. In questo ambito ha svolto numerosi servizi tra i quali la consegna delle mascherine fornite dalla Regione Veneto, il controllo dei mercati. Il Gruppo si è messo, inoltre, a disposizione anche della cultura. Un servizio molto utile ha riguardato la consegna a domicilio dei tablet destinati agli studenti del Liceo Bocchi–Galilei. Tutto ciò ha permesso agli allievi di poter svolgere l’attività didattica a distanza.

Protezione Civile Libri Da Asporto

In questo periodo di pandemia sappiamo come non sia facile accedere ai luoghi di cultura. Ecco che alcune biblioteche polesane hanno ideato “Libri da asporto“. L’iniziativa prevede il prestito librario in sicurezza. Tale servizio è svolto dai volontari della Protezione Civile.
Grazie a loro, quindi, i cittadini adriesi, hanno avuto la possibilità di ricevere a domicilio i libri.
Sul sito www.sbprovigo.it si possono consultare liberamente da casa gli elenchi dei testi disponibili per il prestito. È necessario, poi, telefonare al numero 0426 902170.
L’ emergenza sanitaria non è finita e molte incognite ci tormentano. Abbiamo, però, una certezza. I volontari della Protezione Civile continueranno ad essere i nostri angeli custodi.


Protezione Civile adriese gli angeli custodi della pandemia ultima modifica: 2021-02-17T08:30:00+01:00 da Letizia Guerra

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x