Concerto EVENTI

Una storia che in..canta: il coro Sosat al Comunale di Adria

Cropped Coro Sosat.jpg

Un regalo inaspettato per festeggiare i 65 anni del coro Soldanella, diretto dal M. Cristiano Roccato. L’importante e universalmente conosciuto coro trentino SOSAT si esibirà per la prima volta in Polesine il 16 Novembre alle ore 21:00 al Teatro Comunale di Adria. A testimoniare l’importanza dell’evento e la notevole capacità artistica dei coristi, l’amministrazione comunale, ha messo a disposizione il Teatro Maggiore, con i propri 800 posti. L’ingresso è libero, previo ritiro del proprio posto numerato con biglietto “obbligatorio” presso la Pro Loco di Adria. La città sicuramente onorerà nel migliore dei modi la serata, con una fiduciosa e nutrita presenza di appassionati. Essendo presenti ad Adria e nelle frazioni un congruo numero di cori; che vede nel Sosat l’eccellenza corale di montagna. Pensate; le origini della compagine canora iniziano dal 1900 con il nome Sezione Operaia della Società Alpinisti Tridentini, appunto SOSAT. Una storia che in..canta: il coro Sosat al Comunale di Adria

sosat Gente Al Teatro
Il Teatro Comunale di Adria

La serata è organizzata dal Coro Soldanella ed è inserita nella 17^ Rassegna “Colori Corali d’Autunno -Amici a casa nostra”

sosat Locandina Coro Soldanella

La sezione Operaia della Società Alpinisti Tridentini: Una storia che in..canta: il coro Sosat al Comunale di Adria

Una associazione la Sosat che nel 1921 per la prima volta si propone di portare la gente qualunque a conoscere la montagna, ad abitarla e a farle compagnia cantando. Fino a quel momento la montagna è stata la meta di esploratori aristocratici, una piccola élite: ma finalmente grazie a loro, si è aperta a una dimensione popolare ed è diventata da allora, un ambiente di tutti. Questa intuizione sociale e politica si deve a Nino Peterlongo: e plasmerà l’intero immaginario collettivo trentino sulla montagna.

sosat Montagne

L’esordio e la consacrazione del coro

Sembra uscire dal nulla, come un movimento della coscienza collettiva dopo gli anni della Grande Guerra e dell’esilio. Leggendario, sicuramente, l’esordio: il concerto tenutosi il 24 maggio 1926 presso il Castello del Buonconsiglio, proprio nella sala grande, dietro un paravento. Qualche anno prima, nel laboratorio dell’Istituto Industriale in Corso Buonarroti, si narra che un giorno Tullio Antoniutti, mentre lavorava, fischiettò la canzone del Piave; e che dall’altra parte della classe qualcun altro, Mario Pedrotti, rispose. 

Lo Storico Sosat

A Tullio e Mario si unirono Enrico, fratello di Mario, e Riccardo Urbani, amico di Tullio. I quattro amici si ritrovavano per suonare chitarre e mandolini, ma provarono anche a cantarle, quelle melodie dei canti popolari che suonavano con gli strumenti. A loro si aggiunsero ben presto Renato e Giuseppe Jungg, Leo Seiser, Giuseppe Ranzi, Bruno Pasini e altri.

 Coro Foto Storica

Ma le voci, da sole, non bastano: è necessario che qualcuno intuisca il loro valore collettivo. E quel qualcuno arriva: si chiama Nino Peterlongo, fondatore e primo Presidente della SOSAT. Una sera bussa a casa Ranzi, ove i ragazzi stanno provando, e chiede loro di entrare ufficialmente a far parte della SOSAT. 

Una realizzazione discografica immensa: dai Canti della Montagna ai Canti Popolari dell’Alpe

Montagne Innevate

Il coro Sosat detiene un innumerevole repertorio discografico fin dagli albori. I successi del Coro della SOSAT lo portano a registrare, nel 1933, i primi nove canti; altre cinque incisioni discografiche vennero fatte nel periodo 1935 – 1937 e numerosi concerti vennero eseguiti nei più noti teatri italiani, toccando vertici artistici e musicali di assoluto valore.

Fonte editoriale: sito del Coro della SOSAT

Doati Marco

Autore: Doati Marco

Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità, molto ragionamento e poca osservazione conducono all’errore. (Alex Carrel)
Una storia che in..canta: il coro Sosat al Comunale di Adria ultima modifica: 2019-11-08T08:50:12+01:00 da Doati Marco

Commenti

To Top