COSA FACCIAMO INTERVISTE

Adria e il Delta per la Marmolada: missione compiuta

Adria e il Delta per la Marmolada - Assegno gigante

A novembre del 2018 la montagna del bellunese è stata sconvolta da un evento catastrofico. Il panorama si è completamente trasformato. Boschi rigogliosi, passeggiate romantiche o ardue vie per alpinisti sono stati flagellati dal vento. Tutti i centri abitati dell’area colpita hanno dovuto fare i conti con la natura in rivolta. Subito è iniziata la corsa alla solidarietà che, assieme alla forza di volontà dei nostri amici montanari, ha permesso di iniziare un percorso di rinascita. Adria e il suo territorio, grazie all’associazione no profit Adria e il Delta per…, si è unita allo sforzo immane. Oggi ne parliamo con Ondina, che, sorridendo, ci dice: Adria e il Delta per la Marmolada, missione compiuta.

Adria e il Delta per la Marmolada Strada interrotta
Una immagine di Rocca Pietore, il giorno dopo la calamità naturale

Com’è nata l’iniziativa Adria e il Delta per la Marmolada?

Sono rimasta turbata dalle immagini della devastazione delle nostre montagne, che conosco benissimo, pubblicate su facebook. Mi sono associata al grido di dolore e ho lanciato, ai miei amici di Adria, l’idea di attivarsi per l’emergenza. La risposta è stata così immediata e così condivisa, che, assieme ad altre persone, abbiamo dato vita alla nostra associazione Adria e il Delta per… Un’associazione senza scopi di lucro, che ha dato il via a una raccolta fondi. Per questo, voglio approfittare di itAdria per fare qualche ringraziamento. In primis, voglio ringraziare Anna, Antonella, Luca, Luisa e Raffaella, per aver dato vita, insieme a me, a questo gruppo. Voglio anche dire che, senza l’impegno della BCC, che ci ha dato la massima disponibilità, non saremmo riusciti a ottenere questo risultato. Infatti, ci ha permesso di aprire un c/c gratuito, permettendoci di diffondere la raccolta fondi in tutte le sue filiali.

 la Marmolada boschi devastati
I boschi di Rocca Pietore a giugno 2019

Ci può raccontare la reazione degli Adriesi?

Il Comune di Adria ci ha dato il suo patrocinio. Inoltre, l’Amministrazione ci è stata vicina anche economicamente, contribuendo alla raccolta fondi. Grande è stata anche la risposta di associazioni corali e di volontariato. Anche il mondo del commercio adriese ci ha dato una mano, consentendo di lasciare in negozi, bar e altri locali i nostri salvadanai per la raccolta fondi. Per questo, vogliamo ringraziare tutte queste persone, che hanno voluto aiutarci nella nostra iniziativa. Dulcis in fundo, intendiamo ringraziare tutti i nostri concittadini adriesi e i cittadini del territorio del Delta che, con le loro offerte, hanno voluto far sentire la loro vicinanza ai nostri fratelli veneti di Rocca Pietore.

Adria e il Delta per la Marmolada montagna
Le montagne intorno a Rocca Pietore

Perché Adria e il Delta per la Marmolada ha scelto Rocca Pietore?

Si tratta del comune maggiormente colpito dall’evento. Per questo e per non disperdere i fondi raccolti in mille rivoli, ci siamo attivati con il Sindaco di Rocca Pietore, Severino Andrea De Bernardin, per capire come potevamo essere utili. Così, il 25 giugno scorso, io, Luisa e il Vicesindaco di Adria, Wilma Moda, abbiamo raggiunto la cittadina del bellunese e abbiamo consegnato al Sindaco e al Vicesindaco un assegno per l’intera somma raccolta. Ci siamo accordati, affinché la nostra associazione – e con essa Adria e il suo Delta – vengano ricordate con una piccola targa, a memoria del nostro modesto contributo alla ricostruzione.

Adria e il Delta per la Marmolada Logo
Il logo della associazione

Quale sarà il futuro di Adria e il Delta per…?

La nostra associazione si propone di promuovere iniziative culturali e di beneficenza, con gli stessi criteri di pubblicità e trasparenza che hanno qualificato la nostra iniziativa per la Marmolada. Riteniamo che Adria e il suo territorio abbiano le potenzialità per tornare ad essere un punto di riferimento per tutto il basso Polesine e anche oltre. Su questa linea, sulla speranza di smuovere queste risorse potenziali, ci muoveremo in futuro. Speriamo, su questa strada, di trovare altri compagni di viaggio, tra le altre associazioni culturali e i singoli cittadini.

Enrico Naccari

Autore: Enrico Naccari

Nato ad Adria nel 1961, ha lavorato in Italia e all’estero. È appassionato di storia e di gastronomia.
Adria e il Delta per la Marmolada: missione compiuta ultima modifica: 2019-07-17T08:50:43+02:00 da Enrico Naccari

Commenti

To Top