FOTO INTERVISTE PERSONAGGI

Il delta visto da Toni Gnan: obiettivo natura

Toni Scardovari

Tra i vari fotografi che si distinguono nel panorama adriese, abbiamo incontrato Toni Gnan fotografo appassionato, sia della storia della propria terra che della natura circostante. Collaboratore e ideatore di numerose mostre a tema, il delta del po  in particolare, si distingue per uno stile pulito e per la continua ricerca del bello e dell’incontaminato. Con questo articolo presentiamo la sua storia professionale.

Veneziano di nascita, ora residente a Adria

Toni Gnan -Fotografo

Nasce a Venezia, questa influenza del luogo natio, quindi l’amore per l’acqua e tutto ciò che rappresenta il suo universo ha trovato nell’arte fotografica di Gnan facile interpretazione ed ambientazione. Toni ha vissuto per un periodo a Loreo ed infine ad Adria anch’essi luoghi d’acqua e dove nella città adriese nel 1980 ha incominciato la sua prima esperienza nell’arte fotografica, acquistando la sua prima reflex a 36 anni. Si potrebbe definire una vocazione adulta, ma travolgente. Infatti da quel momento incomincia a partecipare a numerosi concorsi fotografici curando personalmente lo sviluppo e la stampa in bianco e nero, conseguendo numerosi premi in Italia ed all’estero.

Collaborazioni nazionali ed internazionali

Toni Gnan- Tramonto In Sacca Scardovari

Circoli fotografici ed enti locali hanno ospitato diverse mostre a tema inoltre riviste nazionali ed estere hanno pubblicato sue fotografie ed ha collaborato con associazioni culturali nella edizione di testi scolastici. Un amore incondizionato per il Delta del Po, la sua gente e la sua storia sono l’impulso per sue opere fotografiche.

Adria città a sua misura

Ci racconta, Toni che negli adriesi trova gentilezza, comprensione e condivisione e da questo luogo che considera accogliente riesce ad esprimere al meglio le sue idee fotografiche. Un modo di vivere alla sua misura, semplice e in cui riesce a condividere questa sua passione liberamente senza condizioni. Una città che richiama idealmente, la sua Venezia attorniata da canali e ponti. Luogo che spesso lo ispirano e si tramutano perciò in foto seducenti ed in particolari inediti da proporre a chi vuole conoscere la sua Adria, oltre che all’amato delta.

Riconoscimenti professionali

Toni Gnan- il delta visto in bianco e nero

Nell’aprile del 1987 la Federazione Italiana Associazioni Fotografiche  ha conferito a Toni Gnan l’onorificenza AFI ( Artista Fotografo Italiano ). Nel 1990 dalla Federation Internationale de l’Art Photographique ha avuto il riconoscimento AFIAP ( Artiste FIAP ).

Nel 2001 il circolo fotografico spagnolo Diafragma Foto di Cordoba, ha curato l’edizione di 4 CD. Facendo conoscere le immagini più rappresentative di fotografi del fine millennio. Inserendo nel CD dedicato agli autori internazionali 10  fotografie in bianco e nero di sua realizzazione.

Attualmente Toni si dedica alla presentazione del delta con mostre e audiovisivi con l’uso della tecnologia digitale.

Un sito dedicato alla sua storia professionale e alle sue mostre, sempre aggiornato

Abbiamo conosciuto già l’abilità fotografica di Toni con due nostri articoli sulla mostra terre ai margini di Venezia che tanto successo ha suscitato in Friuli per cui chi volesse saperne di più e tenersi aggiornato può consultare il suo sito Deltaimmagini 

Una ambizione inoltre nutriamo come redazione di itAdria.it. Di averlo come collaboratore nel nostro giornale, per potervi offrire con lui, immagini sempre più rappresentative della nostra bella città e del nostro meraviglioso territorio.

Doati Marco

Autore: Doati Marco

Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità, molto ragionamento e poca osservazione conducono all’errore. (Alex Carrel)

Il delta visto da Toni Gnan: obiettivo natura ultima modifica: 2019-01-17T18:21:57+02:00 da Doati Marco

Commenti

To Top