Toponomastica del Delta del Po, quarta parte - itAdria

itAdria

COSA VEDERE LO SAPEVI CHE

Toponomastica del Delta del Po, quarta parte

Ca Cornera

In questa quarta parte prosegue la toponomastica del Delta del Po legata ai nobili patrizi veneziani e alla lingua parlata

Toponomastica del Delta del Po. Siamo ancora nell’isola di Porto Viro, quella terra intrappolata a Sud dal Po di Venezia, a Est dal Po di Maistra, Scanno Cavallari e dalla laguna “Vallona”, a Nord dal Po di Levante.  Tagliata in maniera longitudinale dal Collettore Padano Polesano  che ha sfogo nel Po di levante, è poi delimitata a Ovest  dalla Biconca di Volta Grimana. Oltre alle già citate Cà Cappellino, Cà Cornera  e Cà Pisani, troviamo Cà Cappellino deduciamo borgo satellite di Cà Cappello, non ci sono note famiglie veneziane con questo cognome. Nella stessa isola la Mea, vasta area di bonifica e di estrazione di metano negli anni 60 del secolo scorso, è ancora presente la vecchia stazione di pompaggio. Per questo toponimo aspettiamo lumi. Più facile comprendere Porto Levante, il piccolo porticciolo, in un  borgo incantato alle foci del Po di Levante

toponomastica del Delta del Po
Le isole delle terre anfibie del Delta del Po

Altre località dell’isola di Porto Viro: Cà Pesara e Cà Giustignan

Sparse tra l’immensa campagna di bonifica della Mea, troviamo altre due località, Cà Pesara e Cà Giustignan. I primi, i Pesaro furono una famiglia patrizia veneziana, annoverata fra le cosiddette Case Nuove. Nella seconda metà del secolo XVII diedero alla Repubblica un doge, Giovanni Pesaro. I Giustinian o Giustiniani furono una nobile casata veneziana, ascritta al patriziato fra le cosiddette famiglie evangeliche.  Illustre famiglia del patriziato veneziano, Lorenzo Giustinian, fu il primo patriarca di Venezia.

toponomastica del Delta del Po
Corte Cà cappello, sede del Museo della Corte

Nel comune di Porto Tolle, l’isola di Cà Venier

Circondata dal Po di Maistra a Ovest e Nord, dal mare, lagune e buse a Est. A sud il Po di Venezia, poi di Pila e Busa dritta. l’isola di Cà Venier è una delle tre isole che formano con valli e lagune il territorio del comune di Porto Tolle. Ricordiamo che Porto Tolle non è un paese ma un territorio formato da più frazioni che sono:  Boccasette, Bonelli, Ca’ Mello, Ca’ Tiepolo (sede comunale), Ca’ Venier, Ca’ Zuliani, Donzella, Pila, Polesine Camerini, Santa Giulia, Scardovari, Tolle. Frazioni disseminate tra l’isola di Cà Venier, l’isola della Donzella e l’isola di Polesine Camerini. Sono 256 chilometri quadrati di terre anfibie, 9.200 abitanti. Da frequentatore della zona, i miei conoscenti locali si sono sempre vantati di abitare nel secondo comune, dopo Roma, più esteso d’Italia. In realtà supera di gran lunga Porto Tolle, Argenta in provincia di Ferrara con 311 chilometri quadrati e che si piazza al 35° posto. Per non parlare di Gela in provincia di Caltanissetta al 50° posto con 279 chilometri quadrati. Solo it. Adria vi fornisce queste chicche.

Toponomastica del Delta del Po, quarta parte. I Venier e i Zuliani

Attraversando il ponte sul Po di Maistra, dall’isola i Porto Viro entriamo nell’isola di Cà Venier e incontriamo subito l’omonimo paese. Un tempo San Niccolò a cui è dedicata la chiesa,  era anche la sede municipale passata poi a Cà Tiepolo, più popolato e meno isolato.  A Cà Venier si può osservare la maestosa villa agricola dei Venier.  I Venier furono una famiglia patrizia di Venezia, è una delle casate più antiche della città: alcune tradizioni la ritengono originaria di Vicenza. i Venier di Venezia rimasero sempre fedeli alla Serenissima ed ebbero ruoli di primo piano nella vita politica (diedero tre dogi). Altri divennero personalità del mondo culturale.

Ro Porto Tolle Palazzo Zuliani
Palazzo Zuliani, Cà Zuliani , Porto Tolle – Ro-

Le nobili famiglie veneziane, i Zuliani

Di Boccasette, Maistra, Maestrazza e Pila ne abbiamo già parlato e scritto, ma circoscrivendo l’anello dell’Isola di Cà Venier troviamo Cà Zuliani. I Zulian (Zuliàn, talvolta anche Zuliani) furono una famiglia patrizia veneziana, annoverata fra le cosiddette Case Nuove. Sono assai discordi le fonti riguardo all’origine di questo casato; concordano alcune, tuttavia, nel ritenere che fosse antichissimo in Venezia. Fine quarta parte.

Per chi volesse visitare questi luoghi consigliamo un soggiorno a Cà Cornera dove è possibile soggiornare B&B visitare il “Granaio degli artisti” che ospita sempre splendide mostre, o semplicemente mangiare l’ottima pizza di Pino, storico pizzaiolo, e altre specialità deltizie.

Toponomastica del Delta del Po, quarta parte ultima modifica: 2021-08-06T08:01:16+02:00 da Nicola Donà

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x