GLI ADRIESI RACCONTANO ADRIA

itAdria

PERSONAGGI SPORT

Bocar Juniors: il no profit che realizza i sogni dei giovani calciatori

Calcio Ragazzi

Nella continua ricerca delle eccellenze del territorio, non potevamo tralasciare chi si distingue per dinamismo operativo, nello sport più amato dai ragazzi: il calcio. Forse uno degli ultimi luoghi, il campo da calcio, in cui lo sport di gruppo detta regole ed organizzazione ferree, non declinabili. In un mondo in cui tutto ciò sembra non valere, ed ognuno si comporta secondo propri schemi e misure al grido che conta più apparire che essere. Siamo andati come redazione, ad incontrare il “visionario” come lui stesso di definisce; Tito Livio Franzolin, amministratore unico del Bocar Juniors. Il luogo dell’incontro; è il totalmente rinnovato campo, dello stadio di Bottrighe del Bocar Juniors.

Campo Del Bocar
Bottrighe – Il nuovo campo da gioco del Bocar Juniors

Da subito l’impressione è di disciplina ed organizzazione ben definita. Sensazione epidermica, percorrendo anche solamente i primi metri all’entrata. Pulizia ed accuratezza nei particolari, l’erba tagliata di fresco, il campo da gioco completamente rifatto di un verde brillante, pieno di ragazzini ordinatamente divisi con i propri allenatori. Ognuno con la propria maglietta dai colori vivaci, attenti alle disposizioni di gioco loro assegnate. Il tutto in un silenzio diremo: professionale. Infine la sala meeting dove lì incontriamo Franzolin, dove vogliamo conoscere il suo sogno. Ma, che da quello che intuiamo ed abbiamo visto fino a questo momento, e già quasi del tutto realizzato. La decisione e tenacia sui progetti, da terminare che trasmette, Franzolin è palpabile non certamente un proclama.

Tito Livio Franzolin
Bottrighe- Tito Livio Franzolin Amministratore del Bocar Junior

Bocar Juniors: il no profit punto di svolta del progetto. I ragazzi e la loro crescita umana e calcistica al centro di tutto.

Attorno al tavolo della sala meeting, poniamo a Tito Livio le prime domande. Sembra tutto perfettamente pulito, organizzato all’interno della struttura Tito Livio, campo perfetto tribune ordinate, tutto ben identificato, nulla al caso; deriva dalla sua esperienza aziendale?: “Non proprio, fa parte integrante della mia mentalità che non nascondo ha origini contadine e dal senso dell’ordine che ho sempre avuto. Ma sopratutto è un messaggio per i ragazzi chiaro. Chi entra al Bocar Juniors indipendentemente dall’età; entra in una organizzazione “professionale” devono sentirsi come in una grande squadra. In cui tutto viene fatto con la massima serietà.

Staff Bocar Juniors
Bocar Juniors – Staff al completo del Progetto di formazione calcistica

Continua Tito LivioOgni bambino o ragazzo in fondo sogna di entrare in un grande club. Qui anticipiamo i tempi come idealità! Stutture, allenatori formazione continua dello staff tecnico. Ci tengo a sottolineare questa mia visione. Mantenendo questo standard operativo, i giovani calciatori crescono, sapendo rispettare ruoli e compiti nell’ambiente loro messo a disposizione. Senza dimenticare però, che sono ragazzi con più o meno talento. Ma l’importante, che possano giocare e imparare tutti alla stesso modo. E tutti ugualmente abbiamo gli stessi mezzi e attrezzature adeguate per emergere completamente nel mondo del calcio. Seguendo i loro desideri senza pressione, progetti ed indirizzi societari a priori su di loro“.

Una società il Bocar che non ha scopo di lucro: ma esclusivo esercizio di attività sportivo dilettantistiche

A questo punto la domanda è d’obbligo Tito Livio, perché tutto questo impegno in tempo personale e anche finanziario per una società che non ha nessun scopo di lucro?: “ Ho giocato a calcio per 20 anni, di cui 7 da professionista, sono arrivato fino alla serie C. Con un pò di orgoglio, tra l’altro, posso dire di avere vinto il titolo di Campione Italiano Dante Berretti nel campionato 1977-78. I miei ricordi di gioventù più belli sono rimandabili a quel periodo. Faccio tutto questo per poter trasmettere questa mia passione mai assopita, ai ragazzi d’oggi. Una possibilità per i giovani calciatori di formarsi in un ambiente con la mia visione di bello ed organizzato da subito, per un calcio pulito e realmente formativo, con il sogno un giorno perché no, di vedere un bambino che ha cominciato i sui primi passi al Bocar, giocare una partita di serie A”.

Berretti
Trofeo Dante Berretti Vinto da Tito Livio Franzolin nel ’77-78

Insomma Franzolin; un Hobby appassionato e coinvolgente per lei?: ” Si potremo considerarlo un Hobby esercitato, tra le mie attività professionali di gestione di attività assicurative ed immobiliari. Ma credetemi vedere questi ragazzi giocare insieme, in un luogo bello e pensato a loro misura e rispetto è per me una forma di appagamento incredibile”.

Giovani A Bottrighe
Bottrighe – Giovani calciatori del Bocar durante la preparazione

Tra i Campi in Gestione al Bocar Juniors, da poco ora anche il Bressan di Adria. Un impegno non da poco Tito Livio?: “Si, devo riconoscere che con il Bressan di Adria puntiamo all’eccellenza per organizzazione e struttura, non lo nascondo. Adria è una città con un potenziale enorme. Non sfruttato adeguatamente. Io abito dal 2000 ad Adria ed è una città che amo. Posso affermare che la sua bellezza e la sua storia non vengono percepite adeguatamente. Ritengo che il Bressan di Adria per la mia visione, e per le motivazioni ricordate prima possa diventare la mia occasione per aiutare la città in campo sportivo attraverso la struttura, che ho già in mente, e che seguirò con maggior passione; nel diventare struttura di eccellenza veneta nella formazione calcistica. Insomma il Conservatorio del Calcio come, il famoso Conservatorio Buzzolla Adriese in campo musicale”.

Il nuovo manto del campo da Calcio di Bottrighe
Bocar Juniors: il no profit che realizza i sogni dei giovani calciatori ultima modifica: 2020-08-03T08:50:00+02:00 da Doati Marco
To Top