GLI ADRIESI RACCONTANO ADRIA

itAdria

COSA FARE NATURA

Una Pedalata tra Storia e Natura: le terre e le acque del taglio

Bici

Pedalata tra storia e natura

Una Pedalata tra storia e natura. Proponiamo  questo interessante It.inerario  che abbiamo testato nell’ambito delle iniziative che si sono svolte per celebrare i 416 anni dal Taglio di Porto Viro.  

Pedalata tra storia e natura. Il nostro It.inerario, parte da Adria o meglio, dalla Capitale Etrusca d’Oriente. Dopo aver visitato e conosciuto la storia di questa nostra chicca Italiana, ci si trasferisce nel comune di Taglio di Po ( (15 km, 20 minuti di auto). Nello stemma di questo paese è rappresentato un noto personaggio adriese, Luigi Grotto detto il “Ceco di Adria” (1541 – 1585). Questo illustre personaggio, a suo tempo, tenne un discorso al Senato della Serenissima dando indicazioni su dove e come intervenire nella deviazione del grande fiume, il Po. Opera attuata poi, per scongiurare l’interramento della laguna di Venezia.

Lo stemma comunale di Taglio di Po

“Buttate un bastone nel fiume, la, dove la corrente dell’acqua lo porterà e si fermerà, sarà il punto dove deviare il fiume”. Nello stemma del comune di Taglio di Po lo vediamo il Ceco Grotto raffigurato ad indicare il punto. Cosa che non avrebbe mai potuto fare, in quanto cieco dalla nascita. Un omaggio alla sua straordinaria intelligenza e cultura.Taglio di Po, nasce in seguito all’insediamento di parte, delle centinaia di operai, addetti alla deviazione del fiume, o meglio al “Taglio”. E’ facile capire il significato del nome di questo paese.

Una Pedalata tra Storia e NaturaLogo taglio d po
Lo stemma del Comune di taglio di Po

L’It.inerario

Pedalata tra storia e natura. Tra le terre e le acque del taglio. Partenza da Taglio di Po da Piazza IV Novembre, davanti al Municipio, parcheggio libero. Se avete le vostre bici le scaricate oppure le prenotate a noleggio, disponibili anche le spassose e facili E.bike. Guardando il municipio alla vostra destra abbiamo, guarda caso, via Ceco Grotto. Questa via sbuca in via Trento, dove si deve girare a sinistra. Giunti alla fine della via, come sempre, un bivio. L.It.inerario  prosegue tenendo la destra ,una salita ci porterà sull’argine del Po. In un attimo il paesaggio cambia. Dall’alto dell’argine, da una parte il fiume, le golene, i pioppi e i salici, svariate specie di uccelli. Dall’altra parte, le campagne a perdita d’occhio, le terre strappate al mare.

Una Pedalata tra Storia e Natura Paesaggio
Paesaggi, le terre strappate al mare

Verso la capanna del Papa

L’It.inerario prosegue lungo l’argine del Po di Venezia, il ramo principale. La prima tappa è Mazzorno Destro. Il detto locale: “Mazzorno tre case un forno” già rende l’idea delle dimensioni di questo piccolo borgo deltizio. Oltre a il forno, anche una chiesa, rigorosamente rivolta verso il fiume. Si prosegue per raggiungere Corbola e la Capanna del Papa da cui parte il percorso “Luigi Salvini”. Da Taglio di Po abbiamo  percorso 12,700 Km. La capanna del Papa si presta bene per una pausa, e poter osservare da vicino il lento scorrere delle acque del fiume.

Una Pedalata tra Storia e Natura Capanna
La capanna del Papa
Cartello
Percorso Luigi Salvini

Santa Maria in Punta

Pedalata tra storia e natura. Tra le terre e le acque del taglio. Ristorati, riposati e risaliti in sella, percorso appena 3,500 Km. arriviamo ad un’altra piccola perla del Delta, Santa Maria in Punta. Situata all’incile (punta) del Po di Goro. Si tratta di un borgo fluviale di origine medioevale dove il tempo si è fermato. Lasciate le bicilette nei pressi dell’approdo con  la motonave “Nena”, navigando lungo il Po di Goro siamo giunti alla “mansio Hadriani”  oggi San Basilio di Ariano Polesine. Una  magica  atmosfera, circonda questo sito Etrusco / Romano. Suggestiva anche la chiesetta  eretta nel IX secolo dai benedettini di Pomposa.

Una Pedalata tra Storia e Natura Nena
La “Nena”

Rientro a Taglio di Po

Ritrovate le biciclette a San Basilio, abbiamo proseguito seguendo l’antica linea di costa lungo la linea delle antiche dune fossili. Si tratta di Via Piano (SP 36), e a seguire Via Romea (SP7) strade che riportano a Taglio di Po. Totale km. 25. La navigazione richiede una certa organizzazione. Evitando la navigazione, il percorso può essere fatto unicamente in bicicletta seguendo l’argine da Santa Maria in Punta, passando per Ariano Polesine e giungere A San Basilio. Questo tratto è di 13 Km per cui l’intero It.inerario con le sole bici, raggiunge i 38 Km. Consigliatissimo.

Una Pedalata tra Storia e Natura Mappa Ufficiale
La mappa.
Una Pedalata tra Storia e Natura: le terre e le acque del taglio ultima modifica: 2020-09-25T08:30:22+02:00 da Nicola Donà
To Top