GLI ADRIESI RACCONTANO ADRIA

itAdria

SPORT STORIE

La traversata in Sup del mare Adriatico rinviata a Maggio 2021!

Adventure 360 Min

Come tutte le belle favole, in questo caso sportive ed intraprendenti; ci aspettavamo un successo ed un eco altisonante al coraggioso progetto sportivo della traversata dell’Adriatico dei bassopolesani Daniel Viviani ed Enrico Penini. Ma purtroppo l’inaspettato covid-19 ha reso impossibile la sua realizzazione prevista per il Maggio prossimo. Li abbiamo accompagnati fin dall’inizio in questo ambizioso progetto. Seguendo le fasi della loro preparazione, fino all’annuncio dei giorni previsti per la partenza e al programma definitivo. Ma come diceva Albert Einstein:” La sfortuna si adatta incommensurabilmente bene al genere umano: meglio del successo“. Abbiamo perciò deciso di chiedere loro dopo tanto entusiasmo e tanta dedizione al progetto; di raccontarci la storia e il futuro di questa importante iniziativa sportiva, per il rilancio del Delta del Po.

Il Gruppo 360 Adventure Min

La traversata in Sup del mare Adriatico rinviata a Maggio 2021! Come è nato il progetto.

Daniel, Enrico la delusione è tanta immaginiamo, ma ripartiamo dalle origini, come è nato il progetto della traversata?: “(Daniel) Eravamo a febbraio del 2019; partenza ore 4 del mattino,  per riuscire ad arrivare sullo scano Boa. Giusti per ammirare una nuova alba, a bordo delle nostre tavole e con la nostra pagaia. Buio, silenzio pace e il suono del risveglio degli uccelli, pronti per la caccia mattutina, sensazioni che tutti  abbiamo a disposizione; regalato dalla nostra natura all’interno del nostro amato Delta del Po. Arrivati ci apriamo la borraccia e ci gustiamo un caffè, stiamo li, fermi ad ammirare le albe più belle.

Alba Sul Delta Min

La stagione e fredda il vento come per magia sanifica l’aria e rende il paesaggio limpido, tanto da riuscire a vedere le catene montuose Alpine. Restiamo immobili, siamo stregati, una palla di fuoco sta dando calore, luce ed energia alla nostra terra; l’emozione è fortissima. Tra di noi un silenzio spento da una frase da un’idea giunta come per magia nella nostra mente. Attraversiamo il mare Adriatico?. Rimaniamo li fermi a ci guardiamo solo negli occhi, nostre menti cominciano a lavorare ed elaborare per realizzare questo sogno“.

Allenamento Min

Continua Enrico: “Passa il tempo, fissiamo tre date ipotetiche nella eventualità per la traversata. Ci fossero condizioni meteo avverse avremmo potuto posticiparla. Ci prepariamo fisicamente, mentalmente! Arrivando a livelli molto alti. La preparazione fisica consiste in 3 ore di circuiti e allenamenti mirati (studiati appositamente) per  5 gg alla settimana. Il Sabato era dedicato all’allenamento in acqua tendenzialmente acqua dolce  prima di arrivare dopo un’anno a febbraio e testare la nostra preparazione in acqua salata. Nel frattempo ci accorgiamo che oltre alle nostre braccia e alla nostra volontà abbiamo bisogno di una squadra che ci accompagni. Inizia un percorso di collaborazione e di amicizia con molte associazioni; enti e persone formate per realizzare  e darci tutto il supporto anche in acqua per completare la nostra impresa“.

Traversata adriatico Prove Traversata

Un progetto sportivo impegnativo e con molte difficoltà !

Prosegue Daniel : “Abbiamo incontrato mille difficolà, che siamo stati in grado di riuscire a superare . Difficoltà che ci hanno anche portato a pensare di a gettare la spugna; ma tra di noi ci siamo sempre aiutati e compensati non solo nella funzionalità delle cose, ma anche emotivamente”.

Traversata adriatico Daniel E Enrico

Poi ragazzi improvvisamente è scoppiata la pandemia: ” (Enrico) Si, siamo a Febbraio tutto pronto per la traversata; squadra composta da molte persone che ci avrebbero assistito in acqua durate le 20 ero di navigazione senza sosta. Partenza fissata con il Comune di Novigrad per poi arrivare in Spiaggia e Porto della Barricata la nostra casa. E come un fulmine a ciel sereno arriva un nemico invisibile, un nemico che tuttora sta lasciando vittime durante il suo percorso, una pandemia impensabile”

La decisione di rinviare tutto a Maggio 2021, le motivazioni:

Enrico Daniel, ufficialmente allora tutto rinviato a Maggio 2021:” (Daniel) “Adventures360° per rispetto delle persone cadute, per tutto il personale coinvolto in questa guerra; ci sentiamo in dovere di a posticipare la nostra impresa, a Maggio 2021. Avremmo voluto posticiparla di qualche mese, ma ci sembra irrispettoso, questo è per noi il silenzio.  Ci troviamo dianzi ad un periodo storico senza precedenti. Stiamo cercando di attenerci alle regole, tutto il nostro pensiero va alle tante persone decedute in questo periodo; e siamo vicini a tutti i guerrieri che sono al fronte per combattere questa guerra invisibile. A loro la nostra più grande stima! Proprio per questo impotenti per ora di riuscire ad “aiutare”. Vogliamo regalare a tutti i medici, infermieri, operatori una lezione gratuita per ringraziarli di quello che stanno facendo. Quando tutto finirà, vogliamo ringraziarli a modo nostro”

Traversata adriatico Daniel Ed Enrico Sup

Infine un invito da Enrico e Daniel: “Sperando che tutto abbia una fine quanto prima; invitiamo tutti i nostri amici, sostenitori a venirci a trovare, non solo per pagaiare ma per stringerci dinanzi ad un tramonto sul Delta del Po“. 

Doverosi ringraziamenti a tutti coloro che realizzeranno con loro l’impresa il prossimo anno:

SURF CLUB VENEZIA- SIC MAUI-OZONE KAYAK TREVISO-BARRICATA TUNA CLUB-PORTO DI BARRICATA- GIOVANI SPIAGGE COMUNE DI PORTO TOLLE alla Dott.ssa Gessica Passarella E UN GRANDE GRAZIE A itAdria.it ed italiani.it nostro media partner

Articolo precedente: Daniel ed Enrico attraverseranno l’Adriatico: avventura favolosa! (qui il link)

La traversata in Sup del mare Adriatico rinviata a Maggio 2021! ultima modifica: 2020-04-03T08:50:00+02:00 da Doati Marco
To Top