Avifauna del Delta del Po, sono arrivati tutti. - itAdria

itAdria

COSA VEDERE NATURA

Avifauna del Delta del Po, sono arrivati tutti.

Gabbiani Corallini Chicco Fregnan.

Avifauna del Delta del Po, sono arrivati tutti. Per gli amanti della natura, paesaggio, caccia fotografica e naturalistica, e ovviamente per chi ama il Birdwatching. Dall’Aeroporto Delta 45° parallelo, nei mesi scorsi, le migliaia uccelli acquatici appartenenti a diverse specie, per lo più anatre, dopo aver trascorso l’inverno nelle valli e lagune del Delta del Po, sono partite verso il Nord Europa per nidificare. Al loro posto, per lo stesso motivo, la riproduzione, dall’Africa sono giunte tante altre specie. Magico delta ogni giorno un’emozione, ogni giorno una specie.

Avifauna del Delta del Po
Maschio di Fratino in cova, aprile 2021

Avifauna del Delta del Po: nidificazioni in atto

L’Airone cenerino, specie che rimane in zona tutto l’anno sta già nutrendo i suoi pulcinotti, a covo anche le Garzette, i Marangoni minori, Cormorani, Gabbiani reali, Svassi maggiori e Beccacce di mare, e tanti altri, tra cui il mitico e minacciato Fratino. Altre specie invece sono in fase di costruzione del nido o di corteggiamento, tra cui il Cavaliere d’italia, l’Airone rosso, la Nitticora e la Sgarza ciuffetto. Nei canneti, si sentono i richiami amorosi degli Usignoli di fiume, Cannaiole e Canareccioni , Pendolini. Negli scanni volano a raso i Fraticelli, le Sterne comuni, a breve in questi luoghi si potranno osservare i piccoli di Avocetta. Le Sterne zampenere, già da qualche giorno perlustrano canali e scoli di campagna. Spettacolari nel loro eterno volare i Rondoni, niente da togliere alle Rondini. Cinciallegre, Merli e Storni anche loro già al nido in giardini e parchi urbani.

Avifauna del Delta del Po
Gruccione

Avifauna del Delta del Po: gli ultimi arrivati

Gruccione, Ghiandaia marina, Upupa e Gabbiano corallino. Belle e particolari queste specie che per qualche mese rimarranno nel Delta del Po per la nidificazione. Alla descrizione della specie aggiungiamo delle foto scattate da appassionati e amatori locali. Il Gruccione senza ombra di dubbio è l’uccello più colorato d’Europa, spietato insettivoro si nutre di libellule, api vespe, calabroni che cattura e inghiotte “spremendone l’addome”, in maniera tale da evitare i pericolosi pungiglioni. Particolare anche il nido, scavato nel terreno, eccellenti le dune sabbiose e gli argini dei nostri fiumi. Maschio e femmina scavano delle gallerie che possono arrivare fino a tre metri di profondità per creare poi delle camere di cova. In genere formano colonie di più individui, a volte le gallerie dei nidi adiacenti possono essere comunicanti, un deterrente nei confronti dei predatori che possono desistere di fronte al labirinto di fori e gallerie.

Avifauna del Delta del Po
Esempio di nido sotterraneo di Gruccione (tratto da: Il comportamento degli uccelli d’Europa A. Gariboldi, A. Ambrogio)

La Ghiandaia marina

La Ghiandaia marina ha poco a che fare con il mare anche se preferisce per la sua riproduzione le aree mediterranee e le fasce costiere retrodunali. Un tempo molto rara nel Delta del Po la si poteva osservare saltuariamente nella fase di migrazione. Da qualche anno la si può osservare e ovviamente fotografare nell’Isola di Ariano tra il Po di Goro e le dune fossili di San Basilio dove tra l’altro ha iniziato anche a nidificare. Anche la Ghiandaia marina come il Gruccione è un insettivoro, ma la sua dieta si estende anche a rettili, anfibi, uova di altri uccelli e piccoli mammiferi. In foto una mappa della sua migrazione, giusto per capire l’entusiasmo nel vederla nidificare nelle nostre zone.

Avifauna del Delta del Po
A spasso tra due continenti
Avifauna del Delta del Po
Un bel primo piano di questo bellissimo ospite (Ph Andrea Giribuola)

Il galletto di monte

L’ Upupa, el raldin de monte” come viene chiamato localmente. “Raldin” sta per galletto, in quanto nelle zuffe tra maschi per l’occupazione di siti idonei per l’alimentazione e nidificazione sono simili a quelle dei galletti, con tanto di cresta alzata. Per i “monti” si parla delle dune fossili, dove caccia insetti, bruchi e larve che, grazie al suo becco lungo e ricurvo, trova rovistando nei terreni sabbiosi. Marca il territorio con il tipico richiamo trisillabico udibile a grandi distanze. Ugo Foscolo descrive la nostra amica upupa come un uccello notturno e spaventoso, abitante dei cimiteri. In realtà l’Upupa trovava nei cimiteri delle cripte o degli anfratti sotterranei idonei alla nidificazione. L’ Upupa è stata scelte anche come specie simbolo nel logo della LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli).

Upupa Mauro Fenati
Upupa (Ph Mauro Fenati)

Nel Delta del Po un’invasione di Gabbiani corallini

Crocali, magoghe, gabbianelle, sono alcuni dei nomi dialettali attribuiti ai gabbiani che sembrano tutti uguali, ma così non è. Sono almeno dieci le specie di gabbiani che frequentano il Delta del Po: il Gabbiano reale mediterraneo, Gabbiano reale Nordico, Gabbiano reale pontico, la Gavina, il Gabbiano roseo, Gabbiano comune, Gabbiano Coralllino, Gabbianello. Negli anni avvistati anche Labbi, Zafferani, Mugnaiacci e i rari Stercorari. Lo spettacolo di questi giorni sono le colonie di centinaia di Gabbiani corallini che si sono insediati nelle valli Sud di Rosolina, le foto parlano da sole. Si possono osservare anche nelle campagne a caccia del micidiale e dannoso “bisso moro” il Grillo talpa.

Gabbiani Corallini A Giri
Una delle colonie di Gabbiani corallini (Ph Andrea Giribuola)
Avifauna del Delta del Po
Gabbiani corallini. Vocianti, e rissosi per occupare i posti migliori per la nidificazione (Ph Alessandra Alexa)

Un tour da 10 e lode

Delta By Bike propone un tour tra storia e natura per osservare anche queste specie ecco i programmi:

Un Week Wnd Dove Inizia Il Delta
Un Week

Avifauna del Delta del Po, sono arrivati tutti. ultima modifica: 2021-05-07T08:30:00+02:00 da Nicola Donà

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x